Tag Archives: villafranca

2° MEMORIAL FINALI, SORTEGGIO DI FUOCO

_1301659Al via il 2° Memorial Luciano Finali, uno dei tornei estivi più attesi dell’intera Lunigiana. Il sorteggio ha regalato due gironi di fuoco su tutti: il girone A, dove la corazzata Bar Madonna dovrà affrontare i non meno quotati del Trocadero per vincere il girone facendo comunque attenzione alle insidie dei Time Out e degli Atletico per Niente; e il girone B, che vedrà protagonista la vincitrice e la seconda classificata della 1ª edizione, rispettivamente il Tabacchino Costantino e gli Smiling Children, i quali però dovranno contendersi la qualificazione al turno successivo con un’altro “super team” del calibro del Conad City e l’outsider Ristorante Pizzeria Antica Pieve.

Parlando di “super team”, non si può dimenticare il Bar Titanium, da considerare nella rosa dei favoritissimi per la vittoria finale, inserito nel girone D con la Caffetteria Stazione, la Liberty Slot e i No Limits. Completano il quadro della 1ª Fase il girone C (Arredamenti Punto e Virgola, Country Club, Birreaterra, I Senza Tetto) e il girone E (Autoscuola Il Campanone, i terzi classificati della 1ª edizione Caffe Marconi, Star Trek United, Facebar). Il torneo avrà il suo inizio lunedì 10 giugno alle ore 20.00 con la partita inaugurale fra Birreaterra e I Senza Tetto, per continuare il programma alle 21.00 con No Limits e Bar Titanium e chiudere alle 22.00 con la squadra seconda classificata nella 1ª edizione Smiling Children che affronterà i Ristorante Pizzeria Antica Pieve.

Curiosità, il destino ha voluto che già nella 1ª Fase a gironi, esattamente il 19/06 alle ore 22.00 andrà in scena la ripetizione della Finalissima della passata edizione, ovvero Tabacchino Costantino – Smiling Children.  Da ieri si possono trovare, nella sezione dedicata alla 2ª edizione del Memorial, la composizione dei gironi per la prima fase a gironi e inoltre si può scaricare il calendario completo della stessa fase.

Tratto da “Il Tirreno”

Contrassegnato da tag , , , ,

Mister Borrotti commenta Vallicisa-Filvilla

Domenica, di riposo dalle abituali trasferte allo stadio “Marassi” di Genova, ho seguito il derby dell’alta lunigiana tra ‘Succisa’ e ‘Villafranca’.

La partita non è stata certo bella, nonostante il campo poteva aiutare, per dimensione e qualita’, chi avesse avuto nelle corde la capacità e l’abilità di poter mettere la partita sul piano del “giocar bene”. Inizialmente la partita è stata equilibrata anche se, subito, s’è notato che la difesa villafranchese ,in difficolta’ soprattutto sotto l’aspetto della velocita'(i tre centrali, Destefano, Lastrucci, Fruzzetti non sono certo fulmini di guerra) poteva essere messa in crisi. Infatti le combinazioni tra L.Caldi e Bertolini (mi ha impressionato favorevolmente) producevano il vantaggio seguito subito dopo dal raddoppio di A. Caldi (bel tiro da fuori). Pochi minuti e un errore della difesa di Centofanti rimetteva in gioco il Succisa, che accorciava con Martini, il che faceva presagire ad un Succisa all’ arembaggio nel secondo tempo per riequilibrare la partita e magari vincerla.

E invece la seconda parte di gara ha raccontato un altra storia: un Villafranca ben concentrato, montato su un 4 4 2 preciso e reso sicuro dall’esperienza dei fratelli Caldi e dalla bravura ,nell’annullare completamente Martini e Dauti,dei due centrali difensivi Fornesi e Mandaliti. Dall’altra parte un Succisa probabilmente non in giornata, molto confuso soprattutto quando c’era da costruire la manovra offensiva. La squadra é apparsa vulnerabile sopratutto negli spazi aperti, e l’uscita per infortunio di Bertolini ha evitato, secondo me, un passivo maggiore agli uomini del presidente Ferrari. I cambiamenti tattici tra primo e secondo tempo di Cassiani non hanno portato a frutti positivi,nonostante l’impegno messo sul campo.

Alla fine cosa si puo’ dire? Che il Villafranca ha ampiamente meritato la vittoria con un giocatore molto bravo (Bertolini) e altri esperti che hanno indirizzato la partita a loro piacimento, e che il Succisa è apparso smarrito, con i giocatori che forse non hanno ancora assimilato le alchimie tattiche di mister Cassiani. A loro parziale attenuante, l’assenza di uomini importanti quali Fontana e Fersini, e il fatto di aver giocato in dieci il secondo tempo per l’espulsione di Barbieri. Ma quello visto è stato veramente poco….

MARCO BORROTTI

Contrassegnato da tag , , , , , , , , ,

Testa coda per il Lunigiana. In seconda big match a Terrarossa, arriva l’Atletico Carrara

Prima. Per l’ultima partita del girone d’andata, il Lunigiana di Giorgio Chelotti viaggia oggi in quel di Capostrada per affrontare l’ultima forza del torneo. Un testa coda che sembra avere un esito scontato, ma che la capolista non deve sottovalutare, considerato il momento di forma dei padroni di casa. Vincere significherebbe chiudere in bellezza una prima parte di stagione, che sa tanto di vera e propria ipoteca sul campionato. Vinto il recupero infrasettimanale per 4 a 2, proprio contro il Capostrada, l’Aullese di Matteo Gassani nella trasferta di Bozzano sfida lo Sporting BM, formazione d’alta classifica. Rilanciato Bruno Salku e ritrovato il miglior Sergiampietri, ora i neroverdi possono decisamente cambiare marcia e appropriarsi del secondo posto in classifica, che pare altamente alla loro portata. L’ “Arcinaso” è quest’oggi il teatro di un’importantissima sfida salvezza per il Serricciolo, che affronta la pari-punti Capezzano Pianore (appaiate a quota 11). I gialloblù dovranno ripartire dal secondo tempo col Lunigiana, nel quale hanno dimostrato di poter competere anche con la capolista: con quello spirito, portare in cascina i tre punti sarà una missione tutt’altro che impossibile.

Seconda. Continua in seconda categoria la sfida avvincente che vede Vallicisa e Poveromo andare a braccetto sul tetto della classifica a quota 32 punti. I valligiani, che vantano il miglior attacco del torneo (35 reti) ma soprattutto, a detta di tutti, il miglior giocatore (Ivan Martini), cercano conferme sul “Nene Romiti” di casa contro il Ricortola. Il turno oltretutto rende possibile ai neroverdi la vetta isolata, considerato il difficile impegno del Poveromo sul “Panigaccio”. L’Atletico Podenzana è infatti reduce dalla vittoria infrasettimanale contro i cugini del Pontremoli e, per continuare a sognare, deve quest’oggi rimandare battuta la co-capolista. Uomo più in forma tra i biancocelesti è bomber Borrini, che guiderà l’attacco di casa contro la forte difesa orange. Il viaggio a Bargecchia non deve essere una semplice visita di cortesia per l’Atletico Pontremoli, reduce da diverse prestazioni incolore. La cabala vede i rossoblù sempre vincitori in terra versiliese alimentando così le speranze dei vessilli pontremolesi per un pronto ritorno in carreggiata. Il Monti di Nicola Bambini cerca la sua cura in quel di Piano di Mommio. Troppe le occasioni gettate al vento dai ragazzi del presidente Carlotti, che devono scegliere quest’oggi se ambire ancora ai play off o guardarsi seriamente le spalle. Big match di giornata però sul “Sergio Bernardi” di Terrarossa, con i giallorossi di casa che affrontano l’Atletico Carrara. Diversi grattacapi per mister Fabrizio Mancini, che senza Schiavone (out 2 mesi) e Giromini (una settimana) tenterà di arginare i marmiferi. Scontro diretto in quel di Fossone per il Monzone di Enzo Mastorci. Una sconfitta con il Don Bosco vorrebbe dire ultimo posto in classifica. Sul “Bottero” di Villafranca infine altra sfida tra squadre davvero in forma: Filvilla-Stiava. Fabiano Centofanti ha preparato i suoi gialloneri all’impresa che, se compiuta, muterebbe gli obiettivi stagionali alzando la cosiddetta asticella.

fabrizomancini

Fabrizio Mancini, allenatore Terrarossa

ENZO MASTORCI

Enzo Mastorci, allenatore Monzone

 

Contrassegnato da tag , , , , , , , , , , , , ,
Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.